cartomanzia professionale
magia

Cartomanzia professionale

La cartomanzia professionale è una disciplina che permette di avere un’idea sul proprio destino e dà dei consigli sui propri comportamenti. Per la cartomanzia professionale sono utilizzati i tarocchi ma possono usarsi anche le sibille e le carte napoletane.

La cartomanzia non dice con certezza quello che avverrà nel futuro ma prevede gli atteggiamenti che potrebbero aversi nel caso ipotetico in cui si verificasse qualcosa. È una sorta di previsione che si fa basandosi sugli atteggiamenti e i comportamenti passati e presenti. Un esperto di cartomanzia professionale raccoglie tutti gli elementi utili al fine di pronosticare il futuro, ma ricordate, non ha una palla di vetro. Non c’è certezza di quel che sarà, sono tutte ipotesi.

Un consulto di cartomanzia professionale mette da subito in chiaro questi elementi e specifica che il responso è un “possibile responso”.

Dalla cartomanzia si può prendere spunto per correggere i propri errori, per avere un atteggiamento più consapevole nelle sfide future, per acquisire un comportamento più in linea con la nostra persona. La cartomanzia professionale può essere un vero e proprio aiuto nel porsi nel migliore dei modi nei confronti dei possibili eventi futuri.

È un vero e proprio percorso di conoscenza di sé, per cui è necessario dedicargli del tempo e mai essere frettolosi e superficiali.

Per essere valida la cartomanzia professionale necessita di essere seguita massimo una volta a settimana, di cambiare tempistica solo se ci sono degli eventi importanti e di non affidarsi mai a ciarlatani (attenzione in giro ce ne sono molti). Se vissuta seguendo queste regole e con la coscienza che non è magia può essere davvero molto utile.

La nascita di questa disciplina si fa risalire ai cinesi, che la utilizzavano per interpretare il parere divino, ma ci sono pareri discordanti. Altre fonti sostengono che i genitori della cartomanzia siano gli egizi. Un vero e proprio mistero che affonda nelle sue origini nell’antichità.